Come ottenere liquidità per la ristrutturazione?

13.04.2021

Come funziona un mutuo di ristrutturazione?

Un mutuo di ristrutturazione è un tipo di mutuo che serve principalmente a chi deve ottenere liquidità per ristrutturare la sua abitazione. In quest'ottica è più vantaggioso rispetto a un prestito personale grazie alla durata maggiore del piano di ammortamento e ai tassi generalmente più bassi. 

Per richiedere un mutuo di questo tipo occorre fornire alla banca una documentazione specifica, che consiste principalmente di un preventivo dei lavori, di eventuali documenti catastali e di permessi e autorizzazioni rilasciati dal Comune per la realizzazione degli interventi. È inoltre estremamente importante la perizia, ovvero la valutazione della situazione effettuata dal perito. Vediamo nel dettaglio come ottenere un mutuo di ristrutturazione.

Come si ottiene un mutuo di ristrutturazione?

Naturalmente al fine di ottenere un mutuo di ristrutturazione sono innanzitutto necessari i normali documenti richiesti nel caso di un mutuo normale, che si dividono in documenti anagrafici, reddituali e informativi sull'immobile. I primi servono per certificare l'identità del mutuario e generalmente includono:

  • Carta d'identità e codice fiscale
  • Permesso di soggiorno (per i cittadini extracomunitari)
  • Eventuale omologa di separazione o sentenza di divorzio
  • Estratto dell'atto di matrimonio

Per quanto riguarda i documenti reddituali, sono necessari al fine di confermare la possibilità del richiedente di saldare il debito e sono:

  • Ultime due buste paga (per lavoratori dipendenti) o cedolino della pensione (per pensionati)
  • Ultimo modello CUD o 730
  • Ultimi due modelli unici (per lavoratori autonomi) e modello F24
  • Ultimo estratto conto corrente

Infine i documenti dell'immobile:

  • Proposta d'acquisto o preliminare
  • Atto di provenienza (rogito venditore)
  • Planimetria catastale
  • Concessione edilizia (solo per immobili di nuova costruzione)

Inoltre, per ottener un mutuo ristrutturazione sono importanti, come accennato in precedenza, il preventivo dei lavori e la perizia

Il preventivo deve essere effettuato da un'impresa regolarmente iscritta all'albo e deve includere la descrizione completa dei lavori che devono essere effettuati. Questa operazione evidenzia  quindi i costi dei lavori e descrive accuratamente tutte le opere da eseguire. 

La perizia invece certifica alla banca quanto è stato fatto e quanto ancora è da fare al fine di determinare l'erogazione delle tranches del mutuo e a stabilire di fatto per la nostra casa un valore attuale e un valore futuro in base all'incremento che i lavori avranno determinato.

Preventivo e perizia servono anche alla banca per definire le modalità di erogazione della somma richiesta. Infatti le banche possono decidere se erogare tutta la somma all'inizio o alla fine dei lavori di ristrutturazione ( generalmente in caso di piccole spese), oppure decidere di suddividere l'erogazione in tranches, che possono essere definite da un calcolo matematico o legate alle dichiarazioni del perito sull'avanzamento lavori. Il metodo delle tranches è generalmente più utilizzato perché garantisce maggiore flessibilità.

Vuoi richiedere un mutuo? Noi di Finora24 possiamo dirti se hai requisiti giusti, ti basterà cliccare qui sotto

-Pietro del team di Finora24


Potrebbe interessarti anche....