Quanto costa fare la pratica di sovra-indebitamento?

24.06.2021

In cosa consiste il sovraindebitamento?

 il cosiddetto 'sovraindebitamento' è rappresentato dalla situazione in cui il debito contratto è maggiore del reddito disponibile e un privato o un'impresa non soggetta alla legge fallimentare non possono conseguentemente farvi fronte. Il sovraindebitamento può essere causato dalla perdita di lavoro, una riduzione dello stipendio o una malattia prolungata. Durante periodi in cui ci si trova ad affrontare una crisi economica e finanziaria particolarmente pesante è possibile ricorrere al sovraindebitamento. I beneficiari della legge, pertanto, potranno fare richiesta per una parziale cancellazione dei propri debiti

Requisiti necessari

Per inoltrare la richiesta sul sovraindebitamento, però, sono necessari alcuni indispensabili requisiti e soltanto alcuni soggetti possono accedere a tale agevolazione; di seguito sono riportati i requisiti e le categorie ammesse:

  • I consumatori
  • I liberi professionisti, gli artisti e altri lavoratori autonomi
  • Le start up innovative
  • Un socio illimitatamente responsabile
  • Un imprenditore cessato
  • Un imprenditore sotto la soglia, cioè in possesso di un patrimonio complessivo annuo che inferiore a 300.000,00 euro
  • Un imprenditore sopra soglia con debiti inferiori a 30.000,00 euro
  • Le società professionali ex Legge 183/2011
  • Le associazioni professionali o studi professionali associati
  • Le società semplici costituite per l'esercizio delle attività professionali
  • Gli enti privati non commerciali.

Costi della procedura

I costi della procedura del sovraindebitamento sono definiti dal Regolamento dell'Organismo (art. 12) e dal tariffario; è comunque sempre previsto, per l'avvio della procedura di richiesta, il pagamento di un acconto di 244 euro, iva inclusa, da effettuare collegandosi alla piattaforma (collegata a PagoPA) denomicata SIPA. Nel corso della procedura, invece, l'organismo chiederà al debitore una serie di acconti che potranno variare in relazione alla varia casistica. Il mancato pagamento di questi acconti nei termini fissati dalla Segreteria comporterà la sospensione della procedura ed eventualmente l'estinzione della stessa. 

Hai bisogno di consiglio per la gestione dei tuoi debiti? Noi di Finora24 possiamo aiutarti, clicca qui sotto!

-Francesco del team di Finora24


Potrebbe interessarti anche...

L'assegno unico universale per i figli ha preso il via il primo luglio scorso, ma, essendo una misura transitoria approvata con il decreto del 4 giugno (assegno "ponte") sarà in vigore fino al 31 dicembre 2021, poiché a partire dal 2022 entrerà nella sua fase definitiva. Per i prossimi cinque mesi, quindi, sarà possibile fare richiesta del...

Il pignoramento dello stipendio è una delle forme di pignoramento previste dall'articolo 543 del Codice di procedura civile ed è volta a soddisfare il creditore in caso di insolvenza del debitore. Benché possa risultare strano, a volte il pignoramento può coinvolgere il reddito proveniente direttamente dal proprio stipendio o assegno pensionistico....