Prestito negato? Ecco perché

05.01.2023

Cosa valutano le banche prima di erogare un prestito?

Qualunque banca o finanziaria, prima di accettare una richiesta di prestito, valuta, nel proprio interesse, alcuni parametri volti ad attestare il grado di affidabilità del richiedente. Del resto la banca ha la necessità di avere la certezza, o quantomeno un'alta probabilità, che la somma concessa in prestito rientri con gli interessi, così da non incorrere in gravi perdite di liquidità.  Non c'è da stupirsi quindi se alcune categorie sociali avranno più facilmente accesso al credito rispetto ad altre; non si tratta di una discriminazione arbitraria, bensì di un semplice calcolo di utilità finalizzato alla tutela della somma erogata dall'ente creditizio. Alcune tra le cause più frequenti per cui le richieste di prestito vengono rifiutate sono le seguenti:

  • Età avanzata
  • Scarsa affidabilità creditizia
  • Condizione lavorativa incerta
  • Reddito insufficiente
  • Presenza di altre richieste di prestito declinate nei precedenti tre mesi

Esistono limiti d'età per accedere ad un prestito?

La normativa generale che prevede che un prestito possa essere richiesto da chiunque abbia almeno 18 anni d'età e non più di 75 al momento della scadenza del finanziamento. Tuttavia è importante precisare che una somma cospicua o una rateizzazione a lungo corso verranno difficilmente concessi ad un soggetto in età avanzata. Sono disponibili però tipologie di prestito pensate ad hoc per i pensionati, spesso erogati attraverso cessione del quinto, che possono rivelarsi ottime soluzioni per ottenere credito velocemente e con tassi agevolati. 

Si può ottenere un prestito senza avere una condizione lavorativa stabile?

Benché esistano alcune tipologie di prestiti rivolti a studenti o a pensionati, come precedentemente accennato, un requisito essenziale per aver accesso ad un finanziamento è dimostrare di percepire un reddito stabile e che consenta di restituire senza difficoltà le aliquote mensili per tutta la durata del finanziamento stesso. Più nello specifico, le normative della Banca d'Italia prevedono che non si possa ottenere un prestito qualora la rata prevista superi un terzo del reddito mensile dichiarato. 

È possibile, qualora una richiesta di prestito venga rifiutata a causa, ad esempio, di un contratto a tempo determinato in scadenza, presentare delle ulteriori documentazioni che possano rassicurare sulla stabilità della propria posizione lavorativa o ridiscutere la durata e l'importo richiesti con l'ente creditizio per favorire una restituzione più agevole. 

Se invece si è titolari di un contratto di lavoro a tempo indeterminato sarà mediamente più semplice ottenere il credito, dal momento che la stabilità della propria situazione professionale sarà attestata da una busta paga mensile regolarmente riscossa che potrà rappresentare, il più delle volte, una garanzia sufficiente per la finanziaria.

Cattivi pagatori e soggetti protestati 

La situazione potrebbe rivelarsi ben più complessa nei seguenti casi:
  • Il richiedente sia segnalato al CRIF come cattivo pagatore
  • Il richiedente sia protestato; in tal caso sarà quasi impossibile ottenere crediti da qualunque ente finanziario
  • Il richiedente abbia già più di un finanziamento attivo
Il fatto di essere segnalato come cattivo pagatore non pregiudica in maniera definitiva la propria storia creditizia, pur rimanendo comunque un ostacolo abbastanza fastidioso. È sempre consigliabile, perciò, di tenere sott'occhio la propria situazione creditizia, magari richiedendo la visura del proprio CRIF per poter verificare la legittimità della cancellazione del prestito.

Per quanto riguarda la presenza in contemporanea di più finanziamenti, le normative non impediscono tale evenienza, ma la condizione necessaria che l'ente di credito avrà cura di verificare sarà l'entità del reddito del richiedente: sarà ovviamente necessario dimostrare di essere in grado di poter sostenere senza affanno la restituzione di più rate mensili. Una soluzione spesso utilizzata in queste situazioni è la "cessione del doppio quinto", che consiste nell'aggiunta di una ulteriore rata che vada ad incrementare quella già presente, detrarendo al richiedente una somma pari ai due quinti del proprio stipendio. 

Si deve specificare, per dovere di chiarezza, che ogni richiesta di prestito è a sé e viene valutata tenendo conto di tutti i parametri descritti nell'articolo. Non è pertanto sempre garantita l'accettazione di un finanziamento.

Ti hanno rifiutato un finanziamento? 

Noi di Finora24 possiamo dirti perché

Ti basta chiedere una verifica cliccando sul bottone qui sotto!

-Francesco del team di Finora24


Ultimi post nel nostro blog

Scopri per primo le novità!

Grazie ad American Express Viaggi è possibile accedere ad un ventaglio di possibilità per programmare, prenotare e soprattutto tutelare al meglio il proprio viaggio. American Express ti permette di scegliere in esclusiva tra moltissime offerte per voli, hotel e autonoleggi, in modo da poter adattare comodamente le proposte alle più disparate...

La verifica della targa, o visura targa, è uno strumento che consente di risalire ai dati di un autoveicolo o motoveicolo a partire solamente dalla targa. Tale procedura si rivela quindi di essenziale ed evidente utilità per chi ha intenzione di acquistare un veicolo usato da privati per poter aver accesso alle informazioni sui proprietari...

Un conto di deposito è una particolare tipologia di conto bancario che consente di far fruttare maggiormente il capitale depositato dal risparmiatore e che garantisce, in media, un rendimento elevato sulle somme depositate. Esistono due prototipi di conto deposito, quello "classico" o offline, aperto presto una filiale fisica di una banca, e quello...

 Finora24.com is an independent advertising service
 Finora24.com è un servizio di pubblicità indipendente
 Finora24.com es un servicio de publicidad indipendiente

Is not responsible for third party products, services, sites, recommendations, endorsements, reviews, etc. All products, logos, and company names are trademarks™ or registered® trademarks of their respective holders. Their use does not signify or suggest the endorsement, affiliation, or sponsorship, of or by Finora24 or them of us.

The owner of this website may be compensated in exchange for featured placement of certain sponsored products and services, or your clicking on links posted on this website. This compensation may impact how and where products appear on this site (including, for example, the order in which they appear).

Finora24
Powered by Just Convert Ltd
Dublin IRELAND


Privacy  Contact  About us

    

We support