Dopo quanto tempo dall'assunzione si può richiedere un finanziamento?

24.03.2021

Non tutti i lavoratori sono uguali, e chiaramente non tutti hanno le stesse possibilità di accedere ad un finanziamento. Ma se fino a qualche anno fa la modalità del cosiddetto 'prestito per neoassunti' era molto diffusa e pubblicizzata, oggi, complici le differenti condizioni economico-finanziarie, tale formula è sempre meno accessibile

Cosa vuol dire periodo di prova?

Non tutti sanno, o meglio, non tutti vogliono sapere, che anche se si è stati assunti, non si è ancora a tutti gli effetti lavoratori. Esiste infatti un periodo, chiamato appunto "di prova", durante il quale il datore di lavoro può, con pochissimi vincoli, decidere unilateralmente la  rescissione del contratto, ossia il licenziamento del dipendente. Tale periodo dura tra i 2 e i 6 mesi nella maggioranza dei contratti di lavoro e si differenzia anche in base al livello con cui si viene assunti. Pertanto, durante questa fase. non ha senso chiedere un prestito in quanto, a tutti gli effetti, non si è ancora lavoratori a tempo indeterminato

Anzianità lavorativa necessaria per richiedere un prestito

Non c'è una precisa anzianità né una un'indicazione fissa da seguire per capire quando diventa possibile richiedere un prestito. Ci sono finanziarie che accettano di concedere somme subito dopo la scadenza del periodo di prova (eventualità molto rara) ed altre che accettano clienti solo con anzianità di sei mesi, a volte nove o addirittura con alle spalle già un anno di servizio. L'assenza di una regola scritta comune e condivisa costringe chi necessita del prestito, ed è un neoassunto, a confrontare attentamente i vari istituti creditizi, sperando di riuscire a rientrare nei parametri specifici (che variano da finanziaria a finanziaria) per ottenere il prestito. . 

Non tutti i neoassunti sono uguali

Nel caso in cui, ad esempio. un neoassunto viva stabilmente con la famiglia di origine, abbia magari già lavorato o ottenuto prestiti in passato, avrà certamente maggiori possibilità del neoassunto che vive in affitto, monoreddito e con figli a carico . Il primo caso, agli occhi di una finanziaria, rappresenta infatti un soggetto meno rischioso, di conseguenza con maggiore possibilità di ottenere un prestito. 

Consigli per ottenere un finanziamento

Se siete neoassunti, partendo dal presupposto che non sarà facile ottenere un prestito, di seguito sono riportate un paio di dritte utili per la richiesta del finanziamento:

  1. Chiedere il minimo indispensabile (richiedendo una somma bassa, si avranno certamente più possibilità, data la giovane e nuova esperienza lavorativa)
  2. Essere pronti a coinvolgere un garante (una persona stretta, magari un parente che, essendo in condizioni economico-lavorative migliori, possa fare da garante per il prestito)


Vuoi richiedere un prestito? Noi di Finora24 possiamo aiutarti, ti basta cliccare sul bottone qui sotto per scoprire se hai i requisiti giusti!

-Francesco del team di Finora24


Ti potrebbe interessare anche...

Per i dipendenti pubblici prossimi alla pensione è in vigore la possibilità di richiedere un anticipo del TFS (trattamento di fine servizio) per un massimo di 45 mila euro.

Il cosiddetto 'Bonus Affitti' è una misura che consiste, sostanzialmente, in un contributo a fondo perduto destinato ai proprietari di immobili in affitto che hanno concesso agli inquilini una riduzione del canone, a patto che questi vi risiedano come abitazione principale. Il provvedimento, pertanto, è volto a incentivare il controllo e...

Ristrutturare casa per renderla a norma secondo le regole del risparmio energetico significa affrontare delle spese davvero ingenti, spesso pari a svariate migliaia di euro. La ristrutturazione di un immobile prevede infatti lavori costosi e complessi come la coibentazione, la messa a norma degli impianti (gas, idrici ed elettrici), l'acquisto di...