Come e dopo quanto tempo si rinnova la Cessione del Quinto

01.03.2021

In cosa consiste un rinnovo della Cessione del Quinto?

Rinegoziare o rinnovare la Cessione del Quinto -una delle più diffuse modalità di prestito- significa sottoscrivere un nuovo finanziamento con il quale si estingue la Cessione precedente e da cui, per differenza, si ricava nuova ed ulteriore liquidità.  Solitamente è consigliabile pagare il maggior numero di rate prima di richiedere un rinnovo, cosicché, diminuendo il debito residuo, sia possibile ottenere una somma più elevata


Dopo quanto tempo si può rinnovare la Cessione del Quinto

Le normative che regolano la Cessione del Quinto prevedono che, nel caso in cui si voglia chiedere un rinnovo per un ulteriore lasso di tempo, sarà necessario aver pagato almeno il 40% delle rate. Ciò significa, ad esempio, che per un prestito di 120 mesi -10 anni- devono essere state saldate almeno 48 rate, ovvero 4 anni. A norma di legge, non è possibile richiedere, e di conseguenza ottenere, un rinnovo "ante-termine", ovvero prima di aver pagato il 40% delle restanti mensilità. Ovviamente, prima di richiedere il rinnovo del quinto, si deve tener conto di molti fattori, fra questi la necessità effettiva di denaro per un progetto o per una personale ed improrogabile incombenza. 


Eccezione alla regola del rinnovo

Tuttavia, è importante sapere che esiste una sola eccezione alla regola del 40% delle rate pagate e, di solto, si applica ad ogni tipologia di Dipendente o Pensionato: 

  • E' possibile il rinnovo ante termine solo nel caso in cui la Cessione da rinnovare sia stata fatta a 60 mesi (o meno) e la nuova Cessione venga stipulata a 120 mesi   

Ciò vuol dire che una Cessione a 60 mesi (o 36 e 48 mesi) può essere rinnovata con una nuova cessione a 120 mesi anche dopo una sola rata pagata. Attenzione però, il fatto che sia consentito non vuol dire che sia sempre conveniente: si consiglia di portare a termine il pagamento di buona parte delle rate, in modo tale da ottenere maggiore liquidità in caso di rinnovo.

Rimborso sul conto di estinzione

Per procedere al rinnovo della Cessione è essenziale possedere un Conto di Estinzione aggiornato della Cessione precedente. Tale documento riporta il debito residuo, ovvero la somma esatta da bonificare alla Banca per ritenere estinta l'operazione che si vuole rinnovare. Ogni conto di Estinzione contiene dei rimborsi obbligatori:

  • Interessi non Maturati (calcolati in base al Tan)
  • Restituzione del premio assicurativo non goduto
  • Rimborso delle commissioni finanziarie


Vantaggi del rinnovo del Quinto

Oltre ad ottenere una nuova somma e poter entrare in possesso di ulteriore liquidità, il rinnovo della Cessione del Quinto, presenta un altro vantaggio sostanziale, ovvero una cospicua riduzione degli interessi, andando a sottoscrivere un contratto di Cessione del Quinto con interessi minori rispetto rispetto a quelli della vecchia operazione.

Hai bisogno di un prestito? noi di Finora24 possiamo aiutarti! Clicca sul bottone e scopri se hai i requisiti adatti per richiedere un finanziamento

-Francesco del team di Finora24


Ti potrebbe interessare anche...

Per i dipendenti pubblici prossimi alla pensione è in vigore la possibilità di richiedere un anticipo del TFS (trattamento di fine servizio) per un massimo di 45 mila euro.

Il cosiddetto 'Bonus Affitti' è una misura che consiste, sostanzialmente, in un contributo a fondo perduto destinato ai proprietari di immobili in affitto che hanno concesso agli inquilini una riduzione del canone, a patto che questi vi risiedano come abitazione principale. Il provvedimento, pertanto, è volto a incentivare il controllo e...

Ristrutturare casa per renderla a norma secondo le regole del risparmio energetico significa affrontare delle spese davvero ingenti, spesso pari a svariate migliaia di euro. La ristrutturazione di un immobile prevede infatti lavori costosi e complessi come la coibentazione, la messa a norma degli impianti (gas, idrici ed elettrici), l'acquisto di...